lunedì 4 novembre 2013

Il cinema romeno in Italia

Articolo pubblicato nell'inserto Chiamami Cittadino n.622/2009 del giornale Chiamami Città


L'integrazione degli immigrati in Italia dovrebbe avere come fondamento la reciproca conoscenza tra italiani e stranieri. Un approccio alla cultura del paese
di arrivo è quasi scontato, visto l’accessibilità ai mezzi di diffusione: televisione, giornali, mass-media in generale. Più difficile sembra il processo inverso, ovvero far conoscere agli italiani le culture e la storia dei nuovi abitanti delle città italiane. Per questo motivo, le comunità di stranieri in Italia organizzano eventi di presentazione delle loro tradizioni e costumi, ricorrendo spesso anche ai “peccati di gola” per incuriosire ancora di più il pubblico italiano. Il giovane cinema romeno, scoperto nei festival internazionali, porta il suo contributo alla reciproca conoscenza tra italiani e romeni mettendo sotto i riflettori il passato non molto lontano di un popolo che vanta la sua latinità.
Da pochi giorni è uscito in Italia il film “Racconti dell’età dell’oro” che presenta attraverso 4 episodi il dramma di un popolo incatenato dalla dittatura. Storie comiche, bizzarre, strane che usano la risata per portare al centro dell’attenzione problemi gravi che dovevano essere affrontati quotidianamente: la fame, la paura del regime, l’incertezza del domani, la povertà.
La maggior parte dei romeni in Italia ha vissuto quei tempi e ne conserva un ricco bagaglio di ricordi. Come si potrebbero dimenticare le lunghe file per comprare il cibo, i negozi quasi vuoti, la mancanza della corrente e dell’acqua
calda, i programmi televisivi di propaganda, i canti patriottici, la paura del vicino di casa?
Buona visione a tutti!

1 commento: